Loading. Please Wait...
Scroll down

MiMo – Milano Mobile Film Festival, quando il corto è girato con lo smartphone

La seconda edizione del festival dedicato a opere realizzate con dispositivi mobili si concluderà l'8 e 9 giugno 2019 e mette in palio… una pianta!

Articles

Il MiMo – Milano Mobile Film Festival è il primo festival in Italia dedicato a opere – video e foto – realizzate esclusivamente con dispositivi mobili – smartphone, tablet, action camera, droni. Risposta al precursore francese Mobile Film Festival, l’evento milanese ragiona sul ruolo documentario e creativo che i dispositivi mobili hanno assunto nella società di oggi.

Smartphone e tablet sono diventati strumenti largamente diffusi e con cui ognuno di noi ha assoluta familiarità. Ma cosa succede quando diventano dispositivi di senso anche in termini professionali, narrativi e tecnici? Sono tantissimi i casi recenti in tal senso, da Tangerine di Sean Baker ad Unsane di Steven Soderbergh. Basta un iPhone e una app come Filmic Pro che aiuta a calibrare il fuoco, le inquadrature e il controllo del colore. In ogni caso, soprattutto per i cortometraggi, smartphone o non smartphone, bisogna comunque avere un’idea forte e sapere come costruire un’inquadratura e una scena.

MiMo - Milano Mobile Film Festival

La prima edizione del MiMo, organizzato dall’associazione Dulce et Decorum, ha visto la partecipazione di 1472 autori provenienti da 105 paesi da tutto il mondo, mentre la seconda si concluderà l’8 e 9 giugno 2019. I premi assegnati sono davvero particolari.

Il MiMo ha infatti adottato una politica di sostenibilità applicata utilizzando e riutilizzando la natura per la salvaguardia della biodiversità in micro ambienti nel contesto urbano: gli autori vincitori di ogni singola categoria del festival riceveranno in dono una pianta. Tutti i premi saranno piantumati nel centro di Milano, creando un giardino: ad occuparsi della messa a dimora e manutenzione delle piante sarà l’Oasi Smeraldino di Rozzano.

Tutti i corti del 2018 sono disponibili sul sito ufficiale www.mimofilmfestival.it: ve ne proponiamo 15 pescati tra le diverse categorie del festival.

Head Over Heels di Leonid Grigurko (Russia – 60 secondi)

Cuando nadie nos visita di Lucía Nieto Salazar (Uruguay – Documentari)

Sonatina di Hoi Wong (Corea del Sud – Film e Cortometraggi)

Lisboa, Saudade, Luz di Eduardo Correia Pinto (Portogallo – Documentari)

Journey di Radheya Jegatheva (Australia – Animazione)

NH8 – Unconscious Journey di Anant Rai (India – Film e Cortometraggi)

Virus di Yu Qianhui (Cina – Animazione)

A Poem for a Poet di Stella Meris (Germania – Smart Selfie)

Next Stop Main Street di Zoran Dragelj (Croazia – Film e Cortometraggi)

Harmonices Revoco di Timothy Connell e Jeffery Bergman (Canada – Soundtrack)

Poor Boy di Rosie Morland (Gran Bretagna – Documentari)

Ornette – Take Your Time di Bettina Kee (Francia – Videoclip)

Tokunbo di Rogba Arimoro (Nigeria – Film e Cortometraggi)

The Wonder of Light di Maximilian Lambrecht e Mareike Loges (Germania – Animazione)

Mémoire de nos Pairs di Brice Veneziano (Francia – 60 secondi)

Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Editor-in-Chief @ Good Short Films

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up