Loading. Please Wait...
Scroll down

Bim Bam Boom, Las Luchas Morenas!

Bim Bam Boom, le sorelle Moreno! Rossy, Esther e Cynthia: la vita di tre Luchadoras professioniste tra la famiglia, il ring e… teste di maiale!

10 – 15 | 2014 | Documentary | Sport | USA

Rossy, Esther e Cynthia Moreno sono tre sorelle, meglio note come Las Luchas Morenas. Hanno fatto della Lucha Libre, lo sport nazionale messicano, un’autentica missione: incontri su incontri, duri allenamenti in palestra, tour che le hanno rese un mito in patria e in Giappone. Wrestler professioniste che hanno sacrificato la vita nella lotta, queste toste Ultra-Vixens sono raccontate dalla filmmaker Marie Losier in un divertente, grottesco e tenero spaccato di quotidianità.

Cynthia è la piccola, giudiziosa e introversa: ci dà dentro di pesi per coltivare il sogno e guadagnarsi il merito di mujer de rispecto. Esther ha l’energia della mamma, carica di passione per la vida a flor de piel. Rossy è la maggiore, quell’esplosione di vitalità che tiene in equilibrio la famiglia con gioioso e bambinesco senso di responsabilità.

In bilico tra doc e fiction, musical e comedy, con estetica low-fi (l’amato 16mm) spalmata su score mex-beat, Bim Bam Boom, Las Luchas Morenas! ci porta alla scoperta dell’Azteca Budokan e di ciò che c’è dietro: tre donne che inseguono con caparbietà la loro visione del mondo. Lottano e resistono, sul ring e fuori. In un tripudio di glitter, teste di maiale (!), coltelli e prese mortali, il cuore si scioglie tra cuscinate e letti di fiori: la dinastia Moreno ha trovato una discendenza fiera e orgogliosa.

Nata in Francia nel 1972 e residente a New York, Marie Losier abbandona gli studi in Lettere a Nanterre per “scappare” negli States, dove frequenta un Master in pittura alla Hunter (mollato anche quello) e finisce per imbattersi nel teatro avant-garde di Richard Foreman e nel cinema underground di Mike Kuchar e Guy Maddin. Inizia a girare cortometraggi nel 2002: prima una serie di irruzioni in scene di Bergman, Dreyer e Griffith; poi surreali e sognanti cine-ritratti dei maestri-amici Kuchar, Maddin, Foreman e Tony Conrad.

Il viaggio appassionato nelle vite e nelle opere di personaggi unici è il filo conduttore del suo lavoro: la sua Bolex ha raccontato la metamorfosi di Genesis P-Orridge (la leggenda di COUM Transmissions, Throbbing Gristle e Psychic TV) nel progetto Creating the Pandrogyne in The Ballad of Genesis and Lady Jaye (2011, suo primo lungometraggio) e l’animo ribelle di Alan Vega (voce dei seminali Suicide) in Alan Vega, Just a Million Dreams (2013). Dopo aver aggiornato la galleria di cine-portraits con Tony Oursler, Chong Gon Byun e Jesper Just (in preparazione ci sono Peaches, April March, la Warhol superstar Mario Montez e Cassandro, la drag-queen diventata star della Lucha Libre), Losier ha presentato Bim Bam Boom, Las Luchas Morenas! al Forum della 64° Berlinale.

¡Bim, Bam, Boom!

Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Editor-in-Chief @ Good Short Films

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up