Loading. Please Wait...
Scroll down

C: 299792 km/s

La storia dell'ammutinamento dell'equipaggio del Kestros IV guidato dal comandante Malleck.

10 – 15 | 2013 | Outer Space | Sci-Fi | Special FX | USA

Un omaggio alla fantascienza classica realizzato con estrema cura, che fa delle atmosfere retrò –  sia nell’aspetto visivo che nell’impianto narrativo – il suo punto di forza. Finanziato tramite una campagna Kickstarter, “C ” nasce dall’idea dei registi Derek Van Goder e Otto Stockmeier di realizzare un film sci-fi senza CGI, utilizzando videocamere digitali insieme ad effetti speciali in-camera, set tradizionali, modellini e stop-motion.  Il corto si ricollega  ad una fantascienza di altri tempi, a metà strada tra i C-movies  di Ed Wood, Star Trek ed i lavori più “colti” di Stanley Kubrick. Le vicende dell’ammutinamento dell’equipaggio di un’astronave procedono tra ambienti minimal-futuristici e luci al neon, in una sorta di omaggio tecnicamente impeccabile ad un cinema che non esiste più. Degli inserti di un finto programma televisivo scientifico anni 80 riecheggiano le azioni dei personaggi della storia principale. Più che un espediente o una semplice infusione di nostalgia in più, questi segmenti prefigurano la conclusione del film, contestualizzano i personaggi e comunicano il messaggio fondamentalmente “ottimista” dell’opera. Le sonorità anni 80 dello score originale sono il tocco finale di un prodotto estremamente curato che va oltre il semplice esercizio di stile nostalgico-retrò. C 299 792 km, non è semplicemente un grande omaggio al passato del genere, ma un grande short film a sé stante.

Flavia Ferrucci

Flavia Ferrucci

Flavia Ferrucci

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up