Loading. Please Wait...
Scroll down

Prima Online: Terra

In una notte qualunque a bordo di un traghetto diversi tipi umani si incontrano

20 – 25 | 2011 | Drama | Human Nature | Italy | Live-Action

Una notte qualsiasi in un traghetto per la Sicilia. Siamo presumibilmente d’Inverno, in quei viaggi di bassa stagione in cui ci sono pochissime persone a bordo. Seguiamo un signore di mezza età che si è imbarcato da solo, e girovaga per la nave. Insieme a lui osserviamo i pochi passeggeri. Si muove tra vari tipi umani (la cameriera stanca, il militare volontario, uno strano tipo che indossa una bizzarra maschera da orso). E’ tramite le interazioni con gli altri che scopriamo qualche cosa del nostro protagonista. Ha due figli, presumibilmente ha studiato chimica, o medicina (la sua conoscenza dei composti chimici di bevande ed altro ritorna più volte). Una profonda tristezza lo affligge, ma non sappiamo da cosa scaturisce: il non detto lascia agli spettatori il compito di riempire i punti, immaginare la storia di questo uomo solo.

Un film d’atmosfera, narrativo ma non didascalico, privo da quell’ossessione molto italiana di dire troppo, fatto anche di tempi morti, perché  la vita ne è piena, e ‘Terra‘ nient’altro è che uno spaccato di vita di un uomo qualunque. I lunghi silenzi e gli spazi quasi vuoti di questa città galleggiante, avvolta in una notte profonda, sono molto suggestivi. Interessante e degna di nota anche l’umanità che permea i vari personaggi – non macchiette, ma tutti con una loro tridimensionalità.

Terra è  il cortometraggio di diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Piero Messina, ed è stato presentato in concorso Cinefondation al Festival di Cannes nel 2012. Del regista abbiamo già presentato in esclusiva il suo lavoro successivo, La Prima Legge di Newton.

Qui potete leggere la nostra intervista al regista Piero Messina

Flavia Ferrucci

Flavia Ferrucci

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up