Loading. Please Wait...
Scroll down

Anteprima Online: Thriller

Michele sogna di ballare in TV come il suo idolo Michael Jackson, ma la protestata in cui è coinvolto suo padre rischia di infrangere il suo sogno.

10 – 15 | 2014 | Childhood | Drama | Italy | Live-Action | Social Issues

Sullo sfondo di una Taranto provata dall’inquinamento e dall’incertezza per il futuro, Michele, 14 anni, va in giro leggero a passo di musica, ballando come il suo idolo, Michael Jackson. Il suo sogno è di diventare una star. Ma quando suo padre gli comunica che non potrà accompagnarlo al provino di un talent artistico a causa di una mobilitazione di fabbrica, a Michele crolla il mondo addosso.

La scelta del padre, legata al destino della fabbrica e ad un tasso di mortalità tumorale causata dall’elevatissimo inquinamento dell’area industriale tarantina, non fermerà però il sogno del piccolo Michele, che con la sua creatività riuscirà a trovare la visibilità cercata, proprio nelle ore cruciali della protesta operaia.

Incrociando commedia e dramma, John Landis ed Elio Petri, Albano culla il sogno di un futuro migliore per una città martoriata dai fumi e dai veleni dell’acciaio. La scelta del regista, di affidare ad una nuova generazione di tarantini il destino futuro della città, simbolicamente rappresentata dal balletto inscenato nella piazza della protesta, fa di questo cortometraggio un’opera piena di speranza e di positività, elementi quasi in contraddizione con la dura realtà vissuta nell’Ilva e nel tristemente noto rione Tamburi.

La bravura del piccolo Danilo Esposito e la maestria di Anna Ferruzzo e Antonio Gerardi nel ruolo dei genitori, fanno da cornice ad una storia intima e familiare, che avvicinano molto la finzione alla realtà quotidiana.

Regista, scrittore e sceneggiatore, Giuseppe Marco Albano ha sempre riscosso notevoli apprezzamenti dai suoi lavori. Con Thriller, realizzato con il contributo della Apulia Film Commision, della Lucania Film Commision, e in partnership con l’Associazione culturale Image Hunters e Basiliciak, ha ottenuto il Premio Nickeloden 2014 “Corti d’Evasione” e il Premio David di Donatello 2015 come migliore cortometraggio italiano.

Il corto rappresenta per il trentenne regista lucano “una storia straordinaria, che riempie di coraggio e sogno una pagina dura e non ancora chiara per il Mezzogiorno: grazie però alla forza del cinema abbiamo cercato darne una visione positiva, come fa il protagonista del corto”.

Tommaso Fagioli

Tommaso Fagioli

Founder, creative director, curator @ Good Short Films. Fond of great stories, great thinkers, great booze. My motto is, your motto.

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up