Loading. Please Wait...
Scroll down

Autobiographical Scene Number 6882

Un gruppo di amici è in attesa che uno di loro si tuffi in acqua da un ponte.

2005 | 5 - 10 | Drama | Human Nature | Live-Action | Sweden | 2005

(di Jeffrey Bowers via Vice

Un gruppo di amici cammina su un ponte, discutono degli aspetti pregiati dell’alcol, e incominciano a spintonarsi verso il guardavia per vedere chi ha il coraggio di tuffarsi in acqua dal ponte, a circa 100 metri di altezza. Ridono e scherzano, anche quando un membro del gruppo, Martin, decide di provare l’impresa. La scena va avanti fino a quando, un momento prima che Martin si tuffi, una anziano signore in bici comunica al gruppo che un ragazzo è morto due anni fa, saltando proprio da quel punto.

Improvvisamente le dinamiche all’interno del gruppo cambiano, e si fanno strada le aspettative sociali. Tutte le loro idee sulla sicurezza e la plausibilità di tutta la faccenda sono messe in discussione. La maggior parte del gruppo decide a titolo definitivo che non vale la pena correre questo rischio, mentre Martin è reticente a credere al vecchio. Alla fine però il gruppo gruppo decide di desistere si dirige verso terra. Ma è proprio questo il momento in cui le cose inizianoa farsi interessanti. Östlund è un maestro nell’osservare le dinamiche di gruppo, e dimostra abilmente come i personaggi siano vittime di varie pressioni: machismo, ego, paura, moralità, spontaneità e tanto altro.

Il corto è freddo e “osservazionale”, girato interamente in widescreen – non vediamo altro che movimenti dei corpi. È proprio attraverso questo stile distaccato che Östlund spera di farci vedere l’assurdità della nostra coazione a costruire senso e giustificazioni per le nostre azioni.

Ruben Östlund è regista di quattro lungometraggi e altrettanti cortometraggi. Ha anche fatto un documentario e una serie di film di sci. Il suo lavoro più recente, Forza Maggiore, esplora molti degli stessi temi che si trovano in Autobiographical Scene Number 6882. Forza Maggiore ha vinto il premio della giuria, “Un Certain Regard” al Festival di Cannes nel 2014 ed è stato il candidato svedese per il Migliore Film Straniero agli Academy Awards 2014.

Tommaso Fagioli

Tommaso Fagioli

Founder, creative director, curator @ Good Short Films. Fond of great stories, great thinkers, great booze. My motto is, your motto.

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up