Loading. Please Wait...
Scroll down

The Arab Series #1: Noor

Per festeggiare il Ramadan in arrivo, Fingo ha un solo desiderio: decorare di luci colorate il grande palazzo in cui vive.

10 – 15 | 2012 | Drama | Egypt | Live-Action | Religion

Mancano due giorni al Ramadan e Fingo, 13 anni, ha un solo desiderio: decorare di luci colorate il grande palazzo in cui vive. L’unico blocco della zona a non avere un’altra palazzina di fronte è il suo. Quartiere Amireya, Cairo. Dove la questione è decisamente più complessa di qualche filo di luminarie da appendere. Ma Fingo non demorde, è pronto a battersi. Prima i genitori e il vicinato, poi la legge e le tradizioni. In soli due giorni, deve conquistare la luce.

Noor è il primo corto scritto e diretto da Ahmed Ibrahim, giovane filmaker egiziano che si divide tra Il Cairo e New York. Ha studiato Legge all’Università di Alessandria e Film and Media Studies alla New York University. È un’anima migrante e ancorata alla sua terra d’origine, che racconta con amore profondo e necessaria obiettività. Fingo (Karim Abdul Kader) è un eroe dei nostri giorni, un concentrato di desiderio e determinazione. Vuole smettere di mentire. Elabora progetto e strategia, organizza colletta e piano d’assalto, scappa come un gatto e dribbla avversari tra la polvere. Hosni Mubarak non è ancora uno spettro, Piazza Tahrir è vicina. Ibrahim è un acuto osservatore e ci porta alla scoperta di un quartiere, del suo quartiere. Uno come tanti, con le sue bellezze e le sue contraddizioni. Scandaglia gli sguardi, i rancori, i silenzi. Fotografa con magico realismo l’inevitabile scontro tra vecchie e nuove generazioni.

77 giorni di luce per uscire dal buio. Un inno alla libertà e alla gioventù scandito dal Perpetuum Mobile dell’Hayren Ensemble, che insegue Fingo fino all’ennesima fuga dalla finestra che si chiude sulle note delicate e sognanti (The Half Life) di Joshua Guthals. Finanziato grazie ad una campagna Kickstarter con la quale Ahmed Ibrahim è riuscito a raccogliere più di 11mila euro, e prodotto The Q and A Films di Murray Bartlett, Noor è valso ad Ahmed Ibrahim la selezione ai festival di Dubai (dove ha vinto come miglior corto della sezione Muhr Arab Shorts) e Palm Springs e allo Short Film Corner di Cannes. Dopo aver collaborato con Shirin Neshat come aiuto regista, nel 2014 ha diretto Al Matour (ancora in Concorso a Dubai). Ibrahim è attualmente impegnato nello sviluppo del suo lungometraggio d’esordio, Kharouf, vincitore nel 2013 del Dubai Film Connection Award (il co-production market del Dubai Film Festival).

Alessandro Zoppo

Tommaso Fagioli

Tommaso Fagioli

Founder @ Good Short Films. Fond of great stories, great thinkers, great food. My motto is: your motto.

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up