Loading. Please Wait...
Scroll down

Phantom Limb

A seguito di un incidente, una giovane coppia deve fare i conti con dei "dolori fantasma".

0 – 5 | 2014 | Animation | Australia | Drama | Supernatural

Con “phantom limb” (in italiano, “arto fantasma”) si indica la sensazione anomala di persistenza di un arto dopo la sua amputazione: se ne avvertono la posizione, a volte accompagnata da sensazioni dolorose o fastidiose.

E’ questo fenomeno psicologico che ha suggerito l’idea di questo corto all’animatore australiano Alex Grigg. Il regista è membro del ”Late Night Work Club”, un collettivo animatori indipendenti, fondato con l’obiettivo di realizzare lavori  non-commericiali. Il primo progetto del LNWC è stato ‘Ghost Stories‘, un’antologia di cortometraggi a tema “spettrale”.

Il fantasma di Phantom Limb non è antropomorfo. E’ la concretizzazione delle ansie e dei sensi di colpa di un giovane a seguito del terribile incidente stradale che ha portato la sua ragazza a perdere un braccio. Ed è proprio questo arto mancante che torna e ritorna nelle giornate e nei sogni del nostro protagonista. Lo insegue, lo minaccia, assume forme buffe, lo abbraccia, accende elettrodomestici e luci – creando un tipico effetto “poltergeist”. Questa presenza/assenza sembra dividere la coppia ma in realtà sarà l’unico modo per tenerli uniti.

Nonostante il tema macabro, il corto non scivola mai nel morboso. Anzi: un character design pulito, i colori vivaci, il minimalismo delle scene e l’incredibile uso della musica (fondamentale il fatto che la ragazza sia una pianista, e che il brano che suona diventi il leit motiv della storia) portano una tenerezza e di un’intimità che non lasciano spazio ad angoscia o terrore.  E’ il primo corto di Grigg, che ha optato per una narrazione che si affida interamente alle immagini, eliminando del tutto i dialoghi – scelta che aumenta l’impatto emotivo della storia.

Il regista ha realizzato un dettagliato making of, da cui apprendiamo che gli abiti della ragazza sono ispirati a questa collezione di Burberry, e che il character design del protagonista deve molto alla serie tv per bambini  Funnybones, e che ha interamente animato il corto da solo, usando photoshop.

Phantom Limb è stato presentato in concorso a Sundance 2014 e al festival internazionale d’animazione di Annecy 2014.

Flavia Ferrucci

Flavia Ferrucci

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up