Loading. Please Wait...
Scroll down

Sara – di Rossella Inglese

Sara ha appena dodici anni quando si ritrova a vivere l'esperienza di diventare donna

2017 | 5 - 10 | Drama | Identity | Italy | Live-Action

Sara ha appena dodici anni quando si ritrova a vivere l’esperienza di diventare donna. Senza una madre, fatica a comprendere l’improvvisa femminilità alla quale si affaccia. L’unico appiglio è la scatola dei ricordi, piena di foto del passato. Quando grida il nome di suo padre, nessuno risponde. Rimane soltanto la foresta, dove Sara seppellisce una parte di sé stessa, si trasforma separandosi da sé e si affaccia alla vita adulta.

Sara è il cortometraggio di Rossella Inglese, realizzato sotto la supervisione di Mirko Locatelli (I corpi estranei, Il primo giorno d’inverno). Nata nel 1989 e laureata in Digital Filmmaking al Sae Institute, Rossella ha fondato nel 2012 con Andrea Benjamin Manenti la società di produzione Fedra Film, con la quale dirige spot pubblicitari e alcuni documentari. Nel 2015 ha diretto Alternate World, su musiche del produttore/compositore newyorkese Son Lux. Nel 2016 ha presentato in anteprima alla Settimana Internazionale della Critica di Venezia Vanilla, un racconto “sull’attaccamento e sul desiderio sessuale in contrasto con le norme comuni e l’educazione sociale”. La storia di un incesto consenziente tra una ragazza e il padre.

Al centro dei lavori di Rossella Inglese, personaggi femminili adolescenti alle prese con l’esplorazione della propria sessualità. La regista scrive, monta e dirige giovani attori non professionisti, ai quali si unisce con la presenza fisica della sua macchina da presa. Come nel caso di Sara, dove la casa nel bosco e quell’abito rosso diventano luoghi metaforici in cui la giovane protagonista realizza il traumatico salto nella pubertà.

Alessandro Zoppo

Alessandro Zoppo

Editor-in-Chief @ Good Short Films

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up