Loading. Please Wait...
Scroll down

The Moment – di Karis Oh

Cosa importa davvero alla fine della vita?

0 – 5 | 2016 | Animation | Drama | Human Nature | USA

“Il momento” è ciò che ci fa alzare lo sguardo e interrompe il vortice di pensieri in cui siamo assorti, il momento di un’intuizione. Potrebbe essere questo in estrema sintesi il cortometraggio The Moment della statunitense Karis Oh.

Questa breve animazione è stata realizzata dalla regista come tesi di laurea alla School of Visual Arts di New York dopo due anni di intenso lavoro tra sceneggiatura e disegni. La vicenda, ambientata in un parco della Grande Mela, ha molto di personale. La protagonista è infatti un’artista impegnata a disegnare sul suo blocco di fogli bianchi, interrotta dalla presenza di uno sconosciuto che le chiede di essere ritratto. Perplessa, inizia a disegnare, cerca di cogliere dietro quello sguardo fisso, che un po’ la destabilizza, i tratti della sua personalità. Quando consegna il ritratto finito, tutto accade in un momento. Il tutto è racchiuso in un tempo di 2 minuti e 30 secondi.

The Moment ha in sé qualcosa di poetico, l’animazione in 2D ha i tratti pittorici e colori simili all’acquerello che nell’insieme rappresentano un bellissimo senso estetico. In un’intervista, Karis ha dichiarato di aver tratto ispirazione dalla scena di American Beauty in cui il sacchetto di plastica aleggia nell’aria e dall’intervento del medico BJ Miller sul palco del TED, “Cosa importa davvero alla fine della vita?“. 

Di fatto, la bellezza di ciò che ci circonda si può afferrare solo se mettiamo in azione tutti i nostri sensi. Immagino, sento, ascolto…

Chiara Pascali

Chiara Pascali

Digital Strategist. Particolare inclinazione verso la continua ricerca del nuovo e del bello. Cinema, letteratura e musica i linguaggi che preferisco per sondare la realtà che mi circonda.

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up