Loading. Please Wait...
Scroll down

Box

Il primo esperimento mondiale di 3D mapping su oggetti 2D in movimento realizzato attraverso il controllo remoto di due robot industriali e l’uso combinato di diverse tecnologie.

0 – 5 | 2013 | 3D Mapping | Experimental | USA | Video Art

“Box” è uno shortfilm “dimostrativo” pubblicato dalla casa di produzione Bot & Dolly specializzata in robotica, automazione e tecniche di ripresa, impegnata nella ricerca di soluzioni visive innovative grazie all’uso combinato di diverse tecnologie. Nel video un performer si muove all’interno di un set in continua evoluzione interagendo con due pannelli le cui superfici ricreano un ambiente virtuale nel quale diversi oggetti e forme tridimensionali  subiscono alterazioni e movimenti ispirati ad alcuni principi della magia come trasformazione, levitazione, intersezione, teletrasporto, fuga. Si tratta del primo esperimento mondiale di 3D mapping proiettato su superfici 2D mobili manipolate con millimetrica precisione da due robot industriali, “Iris” e “Scout”, normalmente utilizzati nella fabbricazione di automobili, e coordinati dal software “Maya” appositamente sviluppato dal team.

Tra l’altro, Bot & Dolly ha fornito ad Alfonso Cuarón e alla Framestore, la famosa compagnia di effetti speciali britannica, gli strumenti necessari per eseguire i complessi movimenti “antigravità” nel pluripremiato Gravity sulla base di previsualizzazioni computerizzate in live action con l’utilizzo di robot e altre attrezzatuee all’avanguardia direttamente sul set. Questo corto è insomma una vera e propria dichiarazione d’intenti del cinema di domani in grado di scatenare l’immaginazione di qualsiasi film-maker. Il sistema è stato progettato per controllare e sincronizzare con estrema precisione il movimento della camera, l’attivazione delle luci, e lo spostamento di oggetti fisici sui quali vengono proiettati elementi in CG in grado di ibridare mondo reale e mondo virtuale in una configurazione inedita.

Va da sé che le applicazioni di questa tecnologia vanno ben oltre il cinema per trovare applicazioni originali in architettura, nella performance art, in installazioni esperienziali, nei dispositivi di simulazione, nel video-gaming. Giocando un po’ con la fantasia, si può pensare che in futuro sarà possibile ricreare, all’interno di enormi set, interi mondi virtuali fisicamente percorribili, dove attori e performer potranno muoversi e agire in ambientazioni ipersimulate estremamente complesse e in continua trasformazione. Staremo a vedere nei prossimi anni.

Aggiornamento: i creatori di Bot & Dolly hanno pubblicato anche un interessante “Behind The Scenes nel quale parlano più nello specifico delle tecniche di ripresa e dei software utilizzati, del significato di questa innovazione per il medium filmico, e dei loro progetti futuri.

Tommaso Fagioli

Tommaso Fagioli

Tommaso Fagioli

Founder, creative director, curator @ Good Short Films. Fond of great stories, great thinkers, great booze. My motto is, your motto.

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up