Loading. Please Wait...
Scroll down

“My Self”: il diario intimo di Jennifer Medina

La selfie generation vista con gli occhi della giovanissima artista venezuelana.

0 – 5 | 2015 | Mobile Phone | Selfie | USA | Visual Poem

Jennifer Medina è una fotografa e video maker venezuelana, trapiantata a New York City dove attualmente vive.

I suoi lavori guardano con dolcezza alla fragilità della giovinezza. In particolare questo intenso e surreale My self è un ritratto di se stessa realizzato attraverso l’utilizzo del popolare ‘selfie-stick’, correlativo oggettivo della generazione 2.0.

Una generazione, quella dei selfie, che Jennifer definisce, nel corso di un’intervista, “un movimento artistico della giovinezza, un modo per curare la vita”.

Mentre scorrono delle immagini di vita quotidiana, caratterizzate da un montaggio lento e da un uso eclettico del colore, sentiamo in voice over la voce dell’artista raccontarsi a cuore aperto. E’ nostalgica, percepisce lo scorrere del tempo, un tempo che neanche le immagini rallentate possono catturare.

 “Las preguntas son mas deliçiosas que las respuestas” (Le domande sono più dolci delle risposte) recitano le parole di Jennifer e infatti il suo flusso di coscienza sembra non voler trovare una meta precisa, ma aprire nuovi orizzonti su un luogo più impervio: se stessa.

Contatti:
info@jennifermedinaar.com
jennifermedinaar.com
jennifersvisualdiary.com
Website
Visual Diary
Soundcloud
Instagram

Giulia Gioanina

Giulia Gioanina

Amo il cinema, la filosofia, e i corti di moda. Il mio motto è “So it goes” e il mio profilo Instagram è alamainofficial.

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up