Loading. Please Wait...
Scroll down

Yardbird

Una bambina solitaria e misteriosa è costretta a uscire allo scoperto per affrontare dei ragazzi violenti, ma la cosa che teme di più è se stessa.

10 – 15 | 2012 | Australia | Horror | Live-Action | Supernatural

Ruby è una bambina solitaria e misteriosa, molto diversa dalle sue coetanee: di lei non sappiamo molto, oltre al fatto che vive isolata insieme al padre e che per recarsi in città deve farlo di nascosto. C’è qualcosa di strano in lei, non parla mai e spesso le sanguina il naso. Uno sfortunato incontro con un gruppo di ragazzini violenti rivelerà la vera natura di Ruby.

E così che quello che sembrava un intimo ritratto di un’infanzia difficile assume tinte horror-fantasy. La forza del corto sta proprio nella maestria con la quale regista e sceneggiatore sono riusciti a combinare due registri così distanti tra loro. Il tono delicato e intimista, che molto deve agli ambienti in cui ci troviamo, che proiettano i personaggi in un non-luogo quasi fuori dal mondo, crea un terreno inesplorato per quella che è, in un certo senso, la storia di un piccolo supereroe inesperto e incapace di comprendere i propri poteri. L’incredibile forza che Ruby riesce a sprigionare è spaventosa, ma lo è più per lei che per chi le sta intorno. La tenerezza e il disperato bisogno di affetto della bambina fanno da contrappunto all’improvvisa e incontrollabile violenza di cui è capace. L’effetto è straniante e spiazzante, e colonna sonora e fotografia dai toni caldi e rarefatti aumentano il contrasto con le azioni che si svolgono davanti ai nostri occhi. Questo sguardo unico e nuovo ai “superpoteri” – mai visto prima, con la sola eccezione del film svedese Lasciami entrare, unico precedente nel genere – rendono Yardbird uno dei più interessanti cortometraggi in circolazione.

Presentato in concorso al Festival di Cannes e in seguito a Tribeca e nella sezione Generation della Berlinale, il film segna il debutto nel mondo dei cortometraggi del rinomato regista di video e spot Michael Spiccia. Il corto è stato prodotto dalla Bridle Path Films di Sydney, un collettivo di registi fondato nel 2011 da Spiccia e Julius Avery (autore della sceneggiatura di Yardbird), attivo nella produzione di video musicali, cortometraggi e, recentemente, lungometraggi: Son of a Gun, che vede come protagonista Ewan McGregor, è appena uscito in Australia e avrà a breve una distribuzione internazionale.

Flavia Ferrucci

Flavia Ferrucci

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up