Loading. Please Wait...
Scroll down

Double King – di Felix Colgrave

Un cortometraggio animato sull'amore e... il regicidio

2017 | 5 - 10 | Animation | Australia | Fantasy | Human Nature

C’era una volta… – Un re! – diranno subito i miei piccoli lettori. Ebbene sì, stavolta ci avete preso. Il re in questione è il protagonista del cortometraggio Double King del poliedrico Felix Colgrave, nato in Tasmania e attualmente residente a Melbourne, Australia. In un mondo immaginario e immaginifico, ogni specie animale e vegetale vive la propria monarchia. Un misterioso re, avido di potere, inizia la sua personale guerra per eliminare ogni monarca e accaparrarsi le corone altrui.

Colgrave descrive questo corto come “un film sull’amore e il regicidio”. Un piccolo racconto di ossessione, avidità e morte, tessuto tra le trame di un’animazione dai caratteri allucinogeni. Che Felix sia un tipo strano è facile intuirlo dalle foto e dal portfolio presenti sul suo sito web. I mondi che disegna sono probabilmente i mondi che ha in testa. Non a caso utilizza l’animazione nella sua accezione più autentica: la fantasmagorìa

I suoi sono microcosmi bizzarri, in cui c’è solo una parvenza di quella che lo spettatore può riconoscere come realtà. Double King è un universo autosufficiente come quello di un suo precedente cortometraggio, The Elephant’s Garden, vincitore del premio come miglior film australiano al MIAF 2014. Ci sono voluti due anni di lavoro per creare il trip visivo di Double King, in precedenza Felix aveva già impiegato 861 ore per realizzare il minuto e 56 secondi di animazione del corto Man Spaghetti.

Presentato in anteprima ad Annecy 2017, Double King è un cortometraggio d’animazione in 2D decisamente inusuale che colpisce per la sincronizzazione perfetta delle immagini, i colori vivaci, la stranezza delle creature che lo popolano. Qualcosa che è nel mezzo tra le Merrie Melodies e Terry Gilliam. Forse l’approccio più corretto alla visione è proprio quello di abbandonare il desiderio di trovare un senso.

Chiara Pascali

Chiara Pascali

Digital Strategist. Particolare inclinazione verso la continua ricerca del nuovo e del bello. Cinema, letteratura e musica i linguaggi che preferisco per sondare la realtà che mi circonda.

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up