Loading. Please Wait...
Scroll down

Uncanny Valley

Nei bassifondi del futuro, drogati di realtà virtuale soddisfano i loro impulsi violenti con l'intrattenimento online.

5 - 10 | Argentina | Conspiracy | Sci-Fi | Special FX

Il nuovo cortometraggio di Federico Heller affronta alcuni temi e motivi ricorrenti della narrativa fantascientifica distopica – la dipendenza dalle tecnologie del futuro, la guerra e l’omicidio ridotte ad attività videoludiche, l’improvvisa presa di coscienza del protagonista sulla sua realtà illusoria – ma lo fa con una mise-en-scene piuttosto insolita, accattivante, ed estremamente efficace.

A parte la costruzione del corto, che parte come una specie di documentario con interviste a “drogati di VR” (Virtual Reality) che preferiscono vivere e giocare nel virtuale piuttosto che interagire con veri esseri umani nella realtà, Uncanny Valley vanta un impressionante uso di VR per rendere al massimo grado eccitanti, coivolgenti e suggestive le situazioni di combattimento e le ambientazioni ultraterrene post-apocalittiche. Un qualcosa in bilico tra il videogame DestinyX-Men: Days of Future Past.

Molti di voi conosceranno già l’espressione ‘uncanny valley’, ma per coloro che la ingnorano, ecco la definizine che fornisce Google:

“Riferimento al fenomeno per cui una figura generata dal computer o da un robot umanoide recanti una somiglianza quasi identica a un essere umano suscita un senso di disagio o di repulsione nella persona che la guarda.”

In questo cortometraggio, Heller inverte il fenomeno: non è tanto l’approssimazione del virtuale al reale che disturba, ma il mascheramento virtuale del reale.

uncanny-valley-1

Attenzione: se volete evitare spoiler, guardate prima il corto, e poi tornate a leggere, ma se siete troppo curiosi continuate pure.

I cosiddetti “drogati di VR”, infatti, guidano inconsapevolmente degli androidi bipedi in zone di guerra nel deserto uccidendo, non alieni o mostri, ma esseri umani. È uno scenario plausibile per la VR? Difficile dirlo, ma se siete alla ricerca di un messaggio, un collegamento rilevante, potrebbe essere rintracciato tra le pratiche di combattimento dei piloti di androidi nel corto, e l’uccisione “collaterale”, e in fin dei conti indifferente, di chi si trova nelle vicinanze di obbiettivi militari da parte piloti di droni reali.

uncanny-valley-2

3dar, il collettivo dietro il progetto, ha pubblicato diversi cortometraggi animati e pubblicità negli ultimi anni, tra cui il pluripremiato Shave It, che segue il percorso di ascesa (o discesa, dipende dai punti di vista) di una scimmia nel mondo degli affari e della politica.

uncanny-valley-3

Come riporta Deadline, il successo di Uncanny Valley ha attirato l’interesse di alcuni investitori per farne un lungometraggio. Staremo a vedere nei prosssimi mesi.

[from www.rotvr.com]

Tommaso Fagioli

Tommaso Fagioli

Founder, creative director, curator @ Good Short Films. Fond of great stories, great thinkers, great booze. My motto is, your motto.

comments powered by Disqus

On Replay

scroll up